ALBANIA: CERCHIAMO UN RESPONSABILE PROGETTI

Un coordinatore progetti per l’Albania: è la figura professionale che l’ENGIM sta cercando per potenziare il suo staff nel “Paese delle Aquile”. Esperienza professionale di minimo 2 anni nella gestione ed amministrazione di progetti; buona padronanza della lingua inglese parlata e scritta (livello B2) sono alcuni dei requisiti. Termine per l’invio delle domande il 30 ottobre 2020; partenza prevista per il 20 novembre 2020.

LEGGI DI SEGUITO LA CALL

Sede di lavoro: Fier, Albania
La sede di lavoro è basata a Fier (Albania) con missioni sul campo in altre zone del paese dove il progetto si realizza o dove ENGIM intende avviare nuovi progetti.
Termine invio domande: 30 ottobre 2020
Partenza: 20 novembre 2020
Durata contratto: 12 mesi (rinnovabile)
Tipologia contratto: Co.co.co. di un anno rinnovabile in base alla durata del progetto
Ruolo: Coordinatore progetto AICS sulla promozione delle imprese sociali e dell'inserimento lavorativo di persone svantaggiate

Progetto:
Il progetto RISE-ALB si realizza sull’intero territorio albanese, con particolare attenzione alle aree di Fier e Permet dove, da anni, operano ENGIM e CESVI. L’obiettivo del progetto è quello di migliorare l’inclusione socio-economica di persone svantaggiate (specificatamente donne, persone con disabilità e giovani delle aree rurali), anche attraverso il rafforzamento delle OSC locali che ne tutelano i diritti.
Il progetto si sviluppa su tre livelli
- a livello politico-istituzionale, si realizzano cicli di formazione e scambi di buone pratiche sui temi delle politiche di sviluppo inclusivo e del riuso dei beni confiscati alla criminalità, rivolti a rappresentanti delle autorità nazionali e locali con la partecipazione di istituzioni e organizzazioni italiane; si attiva un percorso di partecipazione delle OSC locali attraverso consultation meeting e tavoli tecnico-istituzionali; infine, si avvia un Programma di sub-granting per lo startup di 5 nuove imprese sociali.
- a livello di società civile, si opera per la formazione delle OSC locali attraverso formazioni in loco con esperti italiani e locali, scambi di buone pratiche in Italia e percorsi di coaching personalizzati per le 5 startup sociali avviate tramite il Programma di sub-granting; inoltre, si realizzano attività di partnership building tra le imprese private e le OSC locali per la costruzione di collaborazioni profit/non-profit.
- rispetto alle persone svantaggiate, si attivano percorsi di formazione ed inserimento lavorativo all’interno di 3 imprese sociali pilota realizzate da ENGIM e CESVI nei settori pasticceria ed agro-trasformazione.
ENGIM ha costruito un partenariato basato, lato Italia, su competenze accademiche (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Idea2020 spin-off dell’Università della Tuscia), buone pratiche operative da istituzioni locali e organizzazioni del Terzo Settore (ERVET, Consorzio Fare Comunità e Libera); lato Albania, su un insieme strutturato di attori-chiave istituzionali (Ministero del Welfare, Agenzia dei Beni Confiscati – AAPSK, Municipalità di Fier e Permet), formativi (Qendra Sociale Murialdo) e della società civile (PartnersAlbania) al fine di conseguire i risultati attesi sui livelli precedentemente descritti.

Responsabilità:
- Assicurare il coordinamento e la gestione tecnica, amministrativa e finanziaria del programma in sinergia con la sede di Roma
- Garantire lo sviluppo ed il mantenimento di buone relazioni con i partner, i donatori, i beneficiari e le autorità locali
- Redigere nei tempi stabiliti i rapporti narrativi e finanziari così come richiesto dall’ente finanziatore (AICS)
- Valorizzare le dinamiche e i partenariati esistenti fra gli attori locali e i soggetti italiani ed internazionali coinvolti nell’iniziativa
- Monitoraggio, supervisione , coordinamento e valutazione del personale locale
- Garantire il coordinamento, la realizzazione, la gestione e la supervisione delle attività previste dal progetto, in stretta collaborazione con il direttore locale e concertazione con il/la referente del progetto in Italia
- Organizzare le missioni tecniche previste e seguirne la realizzazione

Requisiti:
- Esperienza professionale di minimo 2 anni nella gestione ed amministrazione di progetti, preferibilmente di cooperazione internazionale o di cooperative/imprese sociali
- Autonomia nella gestione di applicativi Office e strumenti di comunicazione online
- Capacità di lavorare con scadenze strette e di prendere decisioni
- Buona padronanza della lingua inglese parlata e scritta, almeno livello B2
- Preferibile conoscenza anche basica della lingua albanese
- Buone capacità di relazione con colleghi, controparti, donatori ed autorità locali
- Attitudine al lavoro di gruppo e orientamento al risultato; predisposizione alla leadership
- Dimostrate capacità di coordinamento e gestione di gruppi di lavoro interdisciplinari e multiculturali
- Capacità di operare in ambiente di lavoro autonomo e multiculturale e di rispettare gli obiettivi e le scadenze
- Dimostrate capacità di scrittura progetti in italiano e inglese per donatori istituzionali
- Familiarità con le politiche, procedure e guidelines dei principali donatori internazionali
- Capacità di gestione del ciclo di progetto e preparazione di rendicontazioni narrative e finanziarie
- Maturità nella gestione di situazioni di tensione e capacità di lavoro sotto pressione
Inviare la propria candidatura entro il 30 ottobre 2020 a federico.filipponi@engiminternazionale.org indicando nell’oggetto CV/PM Albania, allegando:
- CV aggiornato in formato europeo con l’autorizzazione firmata al trattamento dei dati personali;
- Lettera di presentazione e motivazione;
- Indicazione di almeno 3 persone di riferimento con e-mail e telefono.

Non saranno presi in considerazione CV non corrispondenti ai requisiti. Nessuna notifica verrà inviata alle candidature non preselezionate.

Share this post